Messaggio del Priore del Priorato Magistrale Lombardo Veneto - Osmth

30/11/2017
Vai ai contenuti
L'Ordine > Priorato Magistrale Lombardo-Veneto > Priorato Magistrale Lombardo-Veneto - Eventi
Carissime Consorelle e
Carissimi Confratelli,
Gentili Visitatori e
Gentili Ospiti


         Tutti noi, appartenenti al Gran Priorato d'Italia del prestigioso Ordo Supremus Militaris Templi Hierosolymitani, ci siamo a volte domandati che senso poteva avere definirsi Cavalieri Templari oggi, nel terzo millennio. Altre volte la domanda ce la siamo sentita porre da qualche parente o amico, che probabilmente riteneva anacronistico il nostro richiamarci alla tradizione templare.
        E' vero, dal 1118, anno della fondazione del nostro Ordine, il mondo è profondamente cambiato.
Non ci sono più le crociate, e i Cavalieri Templari non impugnano più la spada per proteggere i pellegrini dagli infedeli. I Cavalieri Templari però non erano solo questo, altrimenti veramente non avrebbe senso per noi definirci tali. I Templari esprimevano anche un modo di pensare la vita, degli ideali da portare avanti e trasmettere, ma sopratutto erano in continua ricerca di crescita spirituale.
        E' su questi temi, che abbiamo chiesto al nostro Gran Priore, Dama Gr. Croce Paola Leda Tonon, di preparare un vademecum sulla storia e sull’etica Templare, che sarà sicuramente una preziosa occasione di riflessione per tutti noi, ma sono sicuro sarà di grande interesse anche per chi si volesse avvicinare al nostro ordine, o semplicemente avesse voglia di capire.

Padova, 19 Febbraio 2005 A.D.
887mo dell’Ordine

Cav. di Gr. Cr. Marco Pirillo
Priore del Priorato Lombardo Veneto
Torna ai contenuti